Pin It

Mancano solo poche ore alla 46esima edizione del Giffoni Film Festival, in programma dal 15 al 24 luglio a Giffoni Valle Piana (Salerno). Domani, giovedì 14 luglio, 4150 giurati potranno iniziare ad assaporare l'experience Giffoni con una maratona dedicata al Premio Oscar Leonardo DiCaprio. In una proiezione non stop, in Sala Lumière dalle 14.30 alle 3.30, saranno presentati cinque tra i suoi migliori film. Si parte con "Prova a Prendermi" di Steven Spielberg; segue "The Departed - Il Bene e Il Male" di Martin Scorsese. Sempre dello stesso regista "Shutter Island", basato sul romanzo del 2003 L'isola della paura di Dennis Lehane. Penultima opera in scaletta è "Inception" di Christopher Nolan. Si chiude all'alba con "The Wolf of Wall Street", ancora Scorsese, che mette in scena la vita frenetica e viziosa dei cosiddetti "lupi di Wall Street", quei broker che, occupandosi di alta finanza, finiscono per rendere la propria stessa essenza un infernale groviglio di numeri da cui vengono imprigionati. Il taglio del nastro ufficiale del GFF (che quest'anno ha per tema Destinazione), invece, è previsto per venerdì 15 luglio (ore 11). Appuntamento, per la prima volta in 46 anni, fuori dalle mura della Cittadella del Cinema, dove oltre 4mila giurati accompagneranno il direttore Claudio Gubitosi nella cerimonia di apertura. Dal cuore del Festival si procederà fino al cantiere della Multimedia Valley, per ammirare quello che è il luogo pronto a diventare il futuro di Giffoni. Nel corso della cerimonia verrà scoperto un elemento dell'opera in ceramica vietrese dedicata al Premio Oscar, Carlo Rambaldi: la testa di King Kong. Cresce l'attesa per gli ospiti nazionali ed internazionali. Star e astri nascenti, talenti capaci di stupire anche il pubblico più difficile sono pronti ad impreziosire questa edizione, tra i vari: Sabina Guzzanti ed Evanna Lynch. Verve comica, ironia, il tagliente punto di vista sull'attualità, sono da sempre i punti di forza della Guzzanti che, giovedì 21 luglio, racconterà al giovane pubblico la sua brillante carriera da attrice-autrice di satira teatrale e televisiva, oltre che da regista di lungometraggi. Gli accaniti fan della saga dedicata al piccolo maghetto Harry Potter, invece, potranno incontrare, lunedì 18 luglio, la simpatica e stralunata Luna Lovegood (Evanna Lynch) che al Gff accompagnerà, My name is Emily, (2015) per la regia di Simon Fitzmaurice. Il lungometraggio rientra tra le opere in concorso nella sezione Generator +16.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information