Pin It

Il 5 gennaio la Reggia di Caserta aderisce all’iniziativa 'Domenica al museo' del Ministero per i beni e le Attività Culturali e per il Turismo con l’ingresso gratuito agli Appartamenti storici e alla mostra “Da Artemisia a Hackert”. Il biglietto per il Parco avrà, invece, un costo di 5 euro. La Direzione del Complesso vanvitelliano, che ha registrato una notevole affluenza di visitatori già nei primi giorni del nuovo anno, ha confermato il contingentamento degli ingressi disposto negli ultimi mesi in occasione delle altre giornate 'Domenica al museo': 3600 persone nell’arco dell’intera giornata, in due gruppi (1800 per il mattino dalle 8.30 alle 13.30 – 1800 per il pomeriggio dalle 13.30 alle 19.00). Sarà possibile accedere alla Reggia di Caserta utilizzando: Viale Douhet – Cancello laterale biglietteria: per ingresso a pagamento al Parco; Viale Douhet – Cancello centrale: per ingresso gratuito agli Appartamenti; Corso Giannone: per ingresso a pagamento o con abbonamento al Parco. Si ricorda che in occasione delle giornate di gratuità non sarà possibile prenotare l’ingresso, né consegnare più biglietti ad un singolo visitatore. Nel caso di gruppi, ciascun componente dovrà ritirare il proprio tagliando. Saranno, inoltre, sospese le priorità d’accesso eccetto che per le persone con diversa abilità e relativo accompagnatore e per le donne in stato di gravidanza (ingresso da viale Douhet – Cancello centrale).

Gli orari di apertura sono: Appartamenti 8.30/19.00 con ultimo ingresso alle 18.00; Parco 8.30/16.00 con ultimo ingresso le 15.00. Chiusi Teatro di Corte, Appartamenti del ‘700 e Giardino Inglese. Per rendere più piacevole possibile il tempo che il pubblico trascorrerà nella Reggia di Caserta, ricordando che il suo patrimonio storico, artistico, architettonico e vegetale deve essere salvaguardato, è stato stilato un vademecum con delle regole che tutti i visitatori sono tenuti a rispettare e valevoli per l’intero complesso Vanvitelliano: vietato introdurre cibo; vietato toccare le opere d’arte, appoggiarsi ai basamenti delle sculture e alle pareti; vietato imbrattare i muri; vietato abbandonare carte, bottiglie, gomme da masticare, cicche di sigarette o altri rifiuti; vietato introdurre animali, con l’eccezione dei cani guida per non vedenti e dei servicedog per assistenza ai disabili; vietato introdurre droni e apparecchi affini; vietato giocare con il pallone; vietato accendere fuochi; vietato percorrere in bicicletta i viali non asfaltati; vietato gettare oggetti o bagnarsi in vasche e fontane.
Negli ottocenteschi appartamenti reali è stata organizzata la mostra “Da Artemisia a Hackert”. E anche in questo caso la direzione ha imposto delle regole da rispettare per preservare il patrimonio della Reggia e per far vivere al meglio l’esperienza ai visitatori: prima dell’ingresso, borse di grosse dimensioni, ombrelli e altri oggetti voluminosi devono essere depositati al guardaroba, temporaneamente presso i locali della biglietteria/bookshop (Cancello Centrale). Il deposito è gratuito. È vietato correre, introdurre e consumare cibi, fumare (il divieto comprende anche le sigarette elettroniche).

In caso di emergenza, che si potrebbero verificare con situazioni di grande affluenza, al fine di tutelare la sicurezza dei luoghi e dei visitatori, il personale può procedere a chiudere temporaneamente alcune delle sale degli Appartamenti dell’Ottocento e della mostra “Da Artemisia a Hackert”.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information