“C’è necessità di una programmazione a lungo termine e di largo respiro, senza ansia da prestazione. Palazzo reale è come una sorta di città con le stesse esigenze e problemi». Il neo direttore della Reggia di Caserta, Tiziana Maffei, ha dichiarato nel corso di un incontro con la stampa tenutosi questa mattina al vestibolo superiore alla presenza dei componenti degli Organi Collegiali.

“Credo che la Reggia meriti una capacità di gestione sostenibile, una cooperazione tra pubblico e privato molto stretta perché è impossibile pensare a un'organizzazione funzionale senza il collegamento con altre realtà del territorio”. Il direttore si è poi soffermato sulla riorganizzazione gestionale, sugli aspetti della manutenzione, della vigilanza e tutela e del decoro affrontando il tema della sistemazione degli spazi annunciando la partenza di lavori già finanziati ma anche una rimodulazione degli spazi per la collezione Terrae Motus. Sugli eventi o feste private a Palazzo Reale, Maffei si è detta pronta a valutare proposte di utilizzo della Reggia di Caserta, che è un marchio culturale, “ma tutto nel rispetto delle regole”.

 

 





Leggi anche:


 

234x60_promo

Film in sala

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information