Con oltre 9000 visitatori oggi (9092 per la precisione, per un incasso di 76.790 euro), e circa 30mila (29716) in tutto il lungo Ponte della Liberazione, la Reggia di Caserta si conferma tra i monumenti italiani più gettonati dal turismo culturale. Anche oggi, come negli ultimi tre giorni, si sono viste lunghe file di visitatori agli ingressi del Palazzo Borbonico patrimonio dell'Unesco. Le forze dell'ordine, coordinate dalla Questura di Caserta, erano presenti con alcune decine di uomini che hanno pattugliato in particolare Piazza Carlo III, dove è ubicato l'ingresso principale della Reggia, e l'interno del Parco Reale, allontanando parcheggiatori e venditori abusivi di guide e souvenir; il dispositivo di sicurezza era già stato testato con successo nella giornata di Pasquetta, quando gli ingressi erano stati 8540, e ripetuto il giovedì successivo per l'afflusso di migliaia di studenti dall'hinterland casertano. La Direzione della Reggia ha poi rafforzato il numero di custodi presenti (circa 80 quelli in servizio), come già fatto nelle giornate precedenti. A piazza Carlo III sono state segnalate file di turisti di oltre 100 metri, così in molti sono stati costretti a spostarsi verso l'altro varco aperto, quello posto in Via Giannone, pieno centro cittadino, dove hanno fatto fatica ad arrivare a causa della mancanza di segnaletica stradale; numerose le lamentele tra i visitatori per la mancanza di un percorso segnalato tra i due varchi della Reggia. I turisti in fila in centro città hanno poi creato problemi alla viabilità; scarsa la presenza oggi dei vigili urbani, che a Pasquetta si erano invece presentati in forze in strada.





Leggi anche:


Cerca in google

 

234x60_promo

Film in sala

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information