Per il decesso di Daniela Delli Priscoli, giovane mamma di tre figli, dell’età di 38 anni, morta il 10 dicembre 2016, tre medici saranno processati con l’accusa di omicidio colposo. Due dei tre imputati lavoravano al pronto soccorso dell’ospedale “Fucito” di Mercato San Severino, mentre un terzo, risulta essere il medico di base della donna. Tutti e tre, in fasi diverse, avrebbero sottovalutato un mal di testa segnalato dalla donna - una crisi di cefalea - sbagliando nella diagnosi e macchiandosi di «negligenza, imprudenza e imperizia», causando la morte della paziente. Secondo un perito di parte civile, rappresentata dal legale Francesco Grancagnolo, se i medici avessero svolto esami più approfonditi, avrebbero potuto salvare la 38enne. I tre sono stati rinviati a giudizio dal gup del tribunale di Nocera Inferiore. La prima udienza è fissata per il prossimo 19 luglio.

 

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information