Il Porto di Salerno utilizzato per traffici internazionali di sostanze stupefacenti. È quanto emerge dalla relazione delle forze di polizia presentata in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario di Salerno. «Alcune indagini - si legge - hanno rilevato, inoltre, come il porto di Salerno venga utilizzato anche da parte di organizzazioni criminali napoletane». Più marcata la presenza della criminalità organizzata partenopea nei comuni dell'Agro-nocerino-sarnese: «Recenti indagini - si legge ancora - confermano altresì un'ingerenza della criminalità organizzata locale nella pubblica amministrazione». «Particolarmente allarmanti sono i dati relativi ai fenomeni di bullismo e alle cosiddette baby gang nel salernitano» ha comunicato la Procura. «Questi fenomeni inducono a ritenere necessario un sempre più pressante controllo del territorio per porre in essere azioni di prevenzione». In aumento i reati commessi dai minori: «È in crescita rispetto al passato il numero di minori denunciati per il reato di lesioni personali aggravate (72) e i denunciati per stalking (16 rispetto ai 14 del periodo precedente). Sono stati iscritti - si legge ancora - un procedimento per omicidio, due per tentato omicidio e otto per reati.

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information