Salvatore Puccinelli, detto Totore Straccetta, capo dell'omonimo clan attivo nel rione Traiano di Napoli, ha ottenuto gli arresti domiciliari a Montesilvano per un anno, a fronte dei 24 anni che deve scontare per pene residue. L'uomo, 59 anni, era stato arrestato a meta' febbraio nella cittadina adriatica, assieme ad altre 17 persone, per associazione per delinquere finalizzata allo spaccio e al traffico di sostanze stupefacenti.

Secondo quanto appreso, la misura dei domiciliari sarebbe stata concessa a causa dei problemi di salute che gia' in passato l'uomo aveva denunciato. A notificare il provvedimento sono stati i Carabinieri della Compagnia di Montesilvano. Quando era finito in manette - con lui erano stati arrestati anche la moglie ed il figlio - il boss era sottoposto al regime della sorveglianza speciale con obbligo di dimora a Montesilvano, dove si era trasferito con la famiglia.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information