Una donna, restia a rispettare la fila nell’ufficio postale ha escogitato uno stratagemma per abbreviare i tempi ma che le ha fatto ‘guadagnare’ una denuncia per procurato allarme. “Mia mamma ha il coronavirus, devo ritirare la sua pensione”, è stata l’affermazione della donna, che ha seminato il panico in un ufficio postale e rivelatasi poi falsa. È accaduto ad Acerra, nel Napoletano, dove una 57enne è entrata nella sede delle Poste in Corso della Resistenza, ma non volendo aspettare il proprio turno ha sostenuto ad alta voce di dover ritirare la pensione della madre allettata “perché malata di coronavirus”. L'affermazione ha scatenato il panico tra i presenti, che hanno cominciato ad uscire dall'ufficio postale. Nella sede di Corso Resistenza erano presenti anche due agenti della polizia municipale che da giorni stanno svolgendo il proprio lavoro per garantire le misure di sicurezza e di contenimento del contagio facendo rispettare le distanze tra i numerosi utenti. Dopo i dovuti accertamenti, i caschi bianchi hanno scoperto che nessuno dei familiari della donna è contagiato, né in attesa di tampone, tantomeno la madre.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information