L’emergenza sanitaria sta portando una serie di problemi, anche gravi. Uno di questi riguarda ora i funerali: molte imprese sembra si stiano rifiutando di prestare il loro servizio per il timore del contagio da Coronavirus. "Ci pervengono ormai decine di segnalazioni di imprese funebri campane che rifiutano più e più volte di effettuare le operazioni funebri per i casi di coronavirus. Questo diniego, dettato soprattutto dalla paura di un contagio, sta creando uno squilibrio insostenibile con il carico che pende verso chi invece, per senso di dovere e collettività, continua a fornire i servizi indispensabili in questo momento storico. Ma non possiamo continuare così o altrimenti l'intero sistema rischia il collasso". E' la denuncia di Gennaro Tammaro, delegato campano di EFI (Eccellenza Funeraria Italiana), sindacato di categoria delle imprese funebri. Ciò che viene chiesto è un intervento ''deciso'' delle istituzioni a iniziare dal Comune di Napoli e dalla Regione Campania affinché si argini ''questa emergenza nell'emergenza''. Sebbene siano vietati i funerali, le operazioni che precedono e seguono di norma il rito continuano a essere svolte.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information