Un’organizzazione criminale per i prestiti a tassi usurai nella Provincia di Napoli. Questo è quanto avevano messo in piedi tre persone che stamani, al termine di una complessa indagine, sono state raggiunte da un’ordinanza di custodia cautelare, eseguita dai carabinieri della Tenenza di Cercola ed emessa dal Gip della Procura della Repubblica di Nola. Le indagini hanno preso il via nel dicembre 2018 quando nel corso di un controllo a carico di un indagato venivano rinvenuti numerosi assegni bancari. I Carabinieri di Cercola, su delega della Procura di Nola, hanno analizzato il materiale rinvenuto e alla fine di una lunga e meticolosa attività hanno scoperto un vero e proprio apparato creditizio illecito operante su una vasta area della provincia di Napoli. Vittime soprattutto imprenditori in difficoltà economica o comunque impossibilitati ad accedere agli istituti bancari, che ricevevano i “crediti” a tassi usurari da un vero e proprio sistema "parallelo ed alternativo" a quello delle banche. I militari hanno infine accertato che il profitto dell'attività veniva reinvestito sul mercato lecito attraverso acquisti immobiliari sul territorio di Napoli e provincia. Al termine delle operazioni per uno degli indagati è scattata la misura cautelare della custodia in carcere per gli altri due invece gli arresti domiciliari.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information