"Benvenuto". Questo il messaggio che riporta lo striscione realizzato dagli alunni della sua classe e una festa con torta e pasticcini, ma soprattutto l'affetto delle maestre e dei compagni che lo accompagneranno in quest'anno scolastico. Festa grande ad Afragola per il primo giorno di scuola del 2020 del bimbo con sospetto autismo a cui, secondo quanto riferito dalla mamma, oggi in lacrime per la felicità, è stata negata la recita natalizia in un altro istituto scolastico. Il bimbo è stato accolto dalle due maestre della sua classe, dalle tre di sostegno a cui è stato affidato, dalla preside Immacolata Davide, e dal sindaco di Afragola, Claudio Grillo. La commozione della mamma, però, subito lascia il posto all'amarezza: "Inizieremo una battaglia legale - fa sapere - affinché la scuola che lo ha emarginato chiuda. Spero che il Parlamento si attivi per creare leggi ad hoc perché i nostri figli sono esseri umani e l'emarginazione e la discriminazione fanno male quanto la disabilità se non di più".

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information