In diretta a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, è intervenuto Ciro Verdoliva, Commissario ASL NA1, sulle recenti inchieste nelle quali è emerso che l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli sarebbe gestito dalla camorra: “Stiamo procedendo verso una riorganizzazione, un controllo maggiore della struttura e della sua amministrazione. Stiamo intervenendo con la massima risolutezza in merito a moltissimi episodi di evidente criminalità. Non abbiamo alcun dipendente colluso in queste inchieste. Non ho alcun dubbio che tali collusioni ci siano, anzi le attendiamo per mettere alla luce questi infami. L'Asl Na 1 è partita con procedure concorsuali; quello che stiamo vivendo è un momento di svolta. Quanti medici, infermieri, OSS, vanno oltre il proprio ruolo, il proprio turno per mettere in sicurezza la vita delle persone. Abbiamo diverse decine di migliaia di accessi al primo soccorso. Non abbiamo un eco-doppler, e questo è un chiaro segnale della necessità di migliorare. Legittimità, trasparenza, riprendere la dignità dei cittadini e degli operatori: questi i punti cardine del mio operato. Da alcuni anni c'è qualcosa che a noi non manca: il denaro; ben un miliardo e 80 milioni, sta a noi dimostrare la capacità di spenderli, ma questa azienda non è stata mai in grado di farlo. Stiamo dimostrando di mettere in campo tutta l'attenzione possibile.  Non c'è nessun respingimento, il sistema sanitario nazionale accoglie tutti, senza distinzione di razza".
Dopo la trasmissione, in diretta dall'Ospedale San Giovanni Bosco, il Commissario Verdoliva, presente nel nosocomio, ha riscontrato un atto vandalico alla sua automobile: "Presteremo massima attenzione a questi segnali di violenza, ma il tentativo di intimidazione non ci fermerà nella nostra opera di pulizia e rilancio della sanità campana". Questa mattina, al San Giovanni Bosco, c'è stato un altro episodio di intimidazione con un vetro rotto e conseguente disagio di passaggio nei corridoi. Quest'atto fa seguito anche all'allagamento doloso dei giorni scorsi.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information