Antonio Maragas, 51enne e Giovanni Battista Lambiase Grimaldi, 53enne, entrambi stabiesi, furono arrestati 20 giorni fa dai carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia per estorsione aggravata da metodo e finalità mafiosi. Vennero bloccati nel bar in cui avevano dato appuntamento alla vittima, un imprenditore edile i cui dipendenti stavano ristrutturando un condominio a Pompei, la quale avrebbe dovuto consegnare loro 500 euro come anticipo dell’estorsione. Dopo l’arresto davanti al bancone del bar, Maragas e Lambiase Grimaldi vennero tradotti nel centro penitenziario di Secondigliano e oggi, in carcere, i carabinieri hanno dato esecuzione nei loro confronti all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal g.i.p. del tribunale di Napoli su richiesta della Dda per estorsione aggravata.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information