Sedici anni e sei mesi per tutti e tre gli imputati per la morte del vigilante Francesco Della Corte. È questo il verdetto del Tribunale dei minori al termine del rito abbreviato nel processo sull’assassinio consumato a marzo scorso all’esterno della metro di Piscinola.  Una pena che appare piuttosto lieve rispetto al tato di cui si sono macchiati. Il pm aveva chiesto la condanna a 18 anni di reclusione a carico dei tre imputati.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information