Nell’ambito dell’operazione 'Stazioni Sicure', disposta dal Servizio Polizia Ferroviaria su scala nazionale, per l’approssimarsi del periodo di maggior affluenza di viaggiatori nelle stazioni,  il Compartimento Polfer per la Campania ha attuato, nella giornata di ieri, nei principali scali ferroviari della Campania ed  bordo dei treni regionali e su tratte nazionali, controlli straordinari a persone e bagagli. Per restringere gli accessi degli scali ferroviari e convogliare il flusso di viaggiatori in ingresso ed in uscita verso i desk della Polfer sono stati utilizzati, come avviene da alcuni mesi, i nastri tendiflex. I poliziotti hanno così potuto controllare  visivamente tutte le persone in transito ed individuare più agevolmente i sospetti.  Grazie ad un innovativo palmare in dotazione alla Ferroviaria i controlli vengono effettuati con grande celerità: è infatti sufficiente inquadrare con il lettore ottico del dispositivo elettronico  il documento di identità o il permesso di soggiorno per verificare in tempo reale, mediante l’app SmartSdi 2.0, se la persona è pregiudicata, se è regolare sul territorio nazionale ed eventualmente se risulta da ricercare; mediante i metal detector si effettuano contemporaneamente verifiche sui bagagli al seguito.
Nella Stazione di Napoli Centrale questi servizi sono stati effettuati con il concorso del personale dell’Esercito Italiano impegnato nell’Operazione Strade Sicure e degli uomini del Gruppo Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Napoli. Nell’ambito dei citati controlli la Squadra Cinofili della Finanza, grazie al cane lupo Frisbee, ha individuato e denunciato in stato di libertà, E.I., ventiduenne universitaria della provincia di Caserta, trovata in possesso di 44,00 gr. di Hashish e di un flacone contenente ml. 25 di Metadone, che nascondeva nello zaino. Sempre a  Napoli Centrale N.Z. Algerino, classe 1998, si è introdotto in un esercizio commerciale ed ha tentato di trafugare un giubbotto rimuovendo il sigillo antitaccheggio ed indossandolo sotto alla sua giacca. Le sue manovre non sono però sfuggite al proprietario del negozio che ha allertato la Polizia Ferroviaria. Il ladro all’uscita non è potuto sfuggire alle maglie dei controlli straordinari della Polfer, ed ha trovato ad attenderlo gli agenti che lo hanno arrestato in flagranza per furto aggravato. Sottoposto a giudizio con rito direttissimo è stato condannato a sei mesi di reclusione e 300 euro di multa.
Nella Stazione di Caserta, grazie al descritto dispositivo di sicurezza, L.L.M., ventiseienne di Cassino, residente in provincia di Frosinone, è stato prontamente individuato e fermato da una  pattuglia della Polfer  perché alla vista degli agenti aveva tentato di allontanarsi per sottrarsi al controllo, essendo agli  arresti domiciliari. Sottoposto a controllo è stato arrestato per evasione. L’uomo, evasore seriale,   era già stato arrestato dai poliziotti della ferroviaria,  in circostanze analoghe, lo scorso 12 ottobre e risulta essere evaso dal regime degli arresti domiciliari numerose volte.
I dispositivi di servizio approntati in Campania hanno permesso di conseguire i seguenti risultati: 2510 persone identificate, 968 bagagli a seguito di viaggiatori controllati, 2 persone arrestate, 3 persone denunciate all’A.G. per violenza e minaccia a P.U. e molestie o disturbo alle persone, per oltraggio a P.U, per non aver ottemperato all’ordine del Signor Questore di lasciare il territorio dello Stato, per inottemperanza al F.V.O. dal comune Napoli, 6 sequestri amministrativi di merce venduta abusivamente, 20 sanzioni amministrative, 97 treni scortati.

GUARDA IL VIDEO





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information