Simulava, nel Napoletano, di aver subito un incidente stradale con la sua moto e quando una donna si avvicinava per aiutarlo la violentava. E' accaduto due volte: in un caso la vittima aveva solo 16 anni. Le toccava e, a sua volta, le costringeva a toccarlo.

Oggi i carabinieri della tenenza di Sant'Antino, dipendente dalla compagnia di Giugliano, hanno eseguito una ordinanza con la quale è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari. Le indagini sono state avviate dopo le denunce di due donne che hanno subito lo stesso abuso in due distinti episodi, a luglio e ottobre 2017. Identico il modus operandi: l'uomo, un 45 domiciliato a Napoli, nel quartiere Secondigliano, fingeva di essere rimasta vittima di un incidente e poi abusava delle donne che si fermavano per aiutarlo. Per lui è scattata l'accusa di violenza sessuale aggravata.

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

stoccata.jpg

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information