Continue minacce per ottenere oltre 12mila euro, in un solo mese, da 'investire' per il sostegno dei detenuti. Le vittime erano titolari di un ingrosso di frutta e verdura, ad Afragola (Napoli). Fermati dai carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna tre uomini ritenuti vicini al gruppo camorristico Moccia. I militari, con il supporto delle compagnie di Casoria, di Castello di Cisterna e dell'elinucleo di Pontecagnano, hanno dato esecuzione a un decreto di fermo emesso dalla Dda di Napoli a carico Antonio Puzio, 33enne, e dei 40enni Antonio Cinquegrana e Alessandro Iovinella: sono ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata da finalità mafiose. Probabile che gli arresti siano scattati anche in seguito alle denunce delle vittime. Nel corso della perquisizione domiciliare nell'abitazione di Iovinella svolta durante l'esecuzione del fermo, i militari hanno inoltre trovato e sequestrato una semiautomatica di fabbricazione slava con matricola abrasa e 4 cartucce nel serbatoio.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information