Ancora al freddo gli alunni delle scuole superiori di Pozzuoli. Per i più fortunati i termosifoni sono in funzione per poche ore nonostante il gelo di questi giorni. In segno di protesta oggi i ragazzi hanno saltato le lezioni. Mentre il sindaco Vincenzo Figliolia ha chiesto un intervento immediato a Luigi De Magistris, capo della Città Metropolitana, competente per le scuole superiori di tutta la provincia di Napoli, o sarà costretto a chiedere la chiusura degli istituti. Dal rientro dalle vacanze natalizie migliaia di studenti hanno dovuto fare i conti con aule gelide, dove il riscaldamento viene acceso dopo il loro ingresso e spento intorno alle 12, nonostante la campanella di fine giornata suoni nella maggior parte dei casi intorno alle 15. «I ragazzi sono costretti a seguire le lezioni al gelo – ha dichiarato il sindaco di Pozzuoli - a causa di un disinteresse della Città Metropolitana a cui spetta la competenza. Il sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi De Magistris, è stato sollecitato dal rientro a scuola dei ragazzi, tre giorni fa, per prendere in considerazione la situazione. Ad oggi gli alunni sono costretti a stare al freddo e stanno saltando le lezioni. Sfido lui a stare nelle aule gelate, per ore seduto a seguire lezioni». E intanto restano aule deserte, o quasi, oggi al Pitagora, all'Isis Tassinari, al Pareto e al Falcone.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information