Si e' concluso con 28 condanne ed una assoluzione il processo con rito abbreviato ad esponenti del clan Mazzarella accusati di associazione per delinquere finalizzata alla contraffazione di dvd e cd. Il gup Alfredo Guardiano, accogliendo quasi integralmente la richiesta del pm Catello Maresca della Dda, ha inflitto 12 anni di reclusione ad Anna Cirelli,

moglie del boss Francesco Mazzarella; 11 anni a Stefania Prota, moglie dell' altro capoclan Gennaro Mazzarella; 12 anni al piu' piccolo dei fratelli Mazzarella, Alberto. Condannata inoltre a 16 anni Annunziata Imparato, moglie del boss Salvatore Esposito. Pene consistenti anche per chi aveva ruoli minori, come gli addetti alla duplicazione di dvd e cd.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information