I carabinieri di Mondragone hanno tratto in arresto 5 persone con l’accusa di tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso, ai danni del titolare del Gran Hotel Pinetamare. Il grupp, come prassi vuole, aveva incontrato l’imprenditore chiedendo un forte contributo in denaro per conto del clan dei casalesi. A finire in manette  Luca Aprea, classe 68 residente a Giugliano e titolare di un’agenzia di vigilanza privata, Vincenzo Fioretto, classe 83 napoletano ma residente a Melito, Vincenza Vorzillo residente a Napoli e l’Aversano Alessandro Froncillo classe 86 e residente a Castel Volturno.

A emettere il provvedimento, al termine di una complessa attività di indagine, è stata la Dda partenopea che ha disposto anche il sequestro dei locali in cui il gruppo aveva cercato di porre in essere il disegno criminoso.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information