Giovedì 23 gennaio ci sarà l’udienza preliminare al Tribunale di Napoli nord del processo a carico del broker finanziario di Aversa, Luigi Fiordiliso, rinviato a giudizio lo scorso 17 luglio 2019 quale principale responsabile secondo l’accusa di aver letteralmente disintegrato i risparmi delle tante parti civili raggirate, rappresentate nel processo dagli avvocati Alfonso Reccia, Nicola Basile, Giuseppe Nespoli, Amedeo Barletta, Raffaele Costanzo e Ciro Ferrucci. A quasi un anno del sequestro del tesoro accumulato da Fiordiliso e in parte intestato ai suoi familiari più stretti, che lo stesso voleva evitare cercando di raggiungere i giudici che secondo lui si sarebbero occupati del caso, ci sarà il nuovo capitolo della complicata vicenda giudiziaria in cui i legali (Francesco Picca, Giuseppe Stellato, Alfredo Marrandino, Francesco Mucciarelli e Luciano Cricri) degli imputati dovranno presentare le loro memorie difensive. Tra due giorni dunque, salvo imprevisti, si dovrebbe decidere in merito ai reati di cui sono accusati Fiordiliso e gli altri convolti nella vicenda e sui risparmi sottratti, tramite proposta di investimenti in varie società, a quanti si sono affidati ai servizi del broker.

Luigi Viglione

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information