Reati ambientali e lavoro nero con percezione del reddito di cittadinanza. Due determinati aspetti che stanno da tempo accomunando da settimane gli autolavaggi della provincia di Caserta. Diverse attività del settore sono già state passate al setaccio nell’ambito dell’operazione interforze Terra dei Fuochi, in sinergia tra le forze dell’ordine e le polizie locali. Diverse le irregolarità riscontrate alcune delle quali hanno portato anche a multe salate e sospensioni. Parallelamente le fiamme gialle stanno valutando anche le posizioni dei dipendenti degli autolavaggi e già in un paio di casi nel Casertano sono emerso addetti che operavano nonostante il beneficio del sussidio di Stato che è stato immediatamente sospeso. I controlli si stanno intensificando nelle aree dove ci sono più fruitori del reddito, dal capoluogo all’aversano fino alle zone di Marcianise e Maddaloni.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information