Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli nord, i carabinieri del comando provinciale di Caserta, nucleo investigativo, hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di quattro persone. Si tratta del sindaco di Villa Literno, Nicola Tamburrino, di due imprenditori edili di Villa Literno (padre e figlio) e del responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Frignano (ex responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Villa Literno) per corruzione e falso ideologico in atti pubblici. I fatti risalgono al periodo pre e post elettorale del rinnovo del mandato a sindaco e riguardano il rilascio del permesso di costruire richiesto dagli imprenditori per la realizzazione di un centro recettivo-turistico in via delle Dune a Villa Literno. Il sindaco Tamburrino, è colpito dalla misura cautelare anche per un'altra vicenda corruttiva inerente al pagamento di crediti per prestazioni svolte a favore dell'ente comunale da un altro imprenditore, sempre di Villa Literno, pagamento avvenuto in periodo di dissesto del Comune. Le complesse indagini dei carabinieri hanno permesso di ricostruire entrambe le operazioni, individuando le condotte di illecita interferenza nella pratica amministrativa e in quella di liquidazione dei crediti da parte degli amministratori e tecnici del Comune di Villa Literno.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information