I militari della guardia di finanza di Aversa, dopo alcuni appostamenti su strada, nei giorni scorsi hanno individuato e sottoposto a controllo, a Santa Maria Capua Vetere, un’autovettura condotta da un soggetto che trasportava nel proprio bagagliaio diverse taniche contenenti oltre 200 litri di gasolio denaturato che, poiché destinato ad essere usato esclusivamente per alimentare mezzi agricoli, beneficia di un’accisa ridotta rispetto ai gasoli tradizionali e per questo, prima della commercializzazione, viene trattato con un colorante che gli conferisce un caratteristico colore verde. Accertata la natura del prodotto e tenuto conto dell’assenza di qualsivoglia documentazione idonea a legittimare la detenzione ed il trasporto del prodotto fiscalmente agevolato da parte del sedicente contadino, i finanzieri hanno immediatamente concentrato la propria attenzione sulla provenienza del gasolio, fino a risalire al deposito commerciale dove lo stesso era stato acquistato pochi minuti prima. In flagranza di reato, è scattata, quindi, la perquisizione presso l’impianto del fornitore, una società sammaritana esercente il commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi, a seguito della quale è stato possibile accertare la cessione “in nero” del gasolio rinvenuto nel corso del controllo su strada nonché l’irregolare tenuta dell’intero impianto contabile.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information