La questione del castello di Castel Volturno è complicata e si trascina da anni. Molti anni. E in tutto questo tempo non è stata mai trovata una soluzione definitiva. Purtroppo lo scorso 17 novembre a Castel Volturno si è verificato il crollo parziale del Castello. Un simbolo storico artistico danneggiato in maniera irreversibile. Oltre al danno patrimoniale però, pochi giorni dopo, a seguito del sopralluogo dei vigili del fuoco, il sindaco Petrella ha emesso ordinanza di sgombero. Molte famiglie si sono trovate dalla sera alla mattina a dover trovare una soluzione alternativa. Da precisare però che le abitazioni sgomberate non sono pericolanti. Il provvedimento è stato adottato perché sono pericolanti le case di quei proprietari che sono andati via dalla zona e le hanno abbandonate. Dalla faccenda è scaturita qualche polemica tra i cittadini ed è così che due giorni fa si è svolto un tavolo al Comune alla presenza dei residenti del borgo per cercare di andare incontro alle loro esigenze. Il primo cittadino, raggiunto dalle telecamere di Campania Notizie, si è impegnato a risolvere la situazione in tempi brevi. Hanno poi espresso il loro stato d’animo e la loro opinione in merito all’emergenza abitativa alcuni residenti del borgo di San Castrese. “Il disagio lo stiamo vivendo - dice Giulia, tra i destinatari del provvedimento di sgombero - è inutile negarlo. Però da un lato a noi fa piacere che sia intervenuta la magistratura perché il problema c’è da oltre vent’anni e non siamo mai stati tutelati. Le amministrazioni che si sono succedute hanno sempre provveduto a trovare modi per non far ricadere su di loro le responsabilità derivanti da eventuali incidenti. Quella di oggi - spiega - non è stata la prima ordinanza di sgombero. Ce ne sono state altre ma mai esecutive. Così facendo, se qualcuno di noi avesse subito dei danni fisici la responsabilità sarebbe caduta solo su noi stessi. Adesso invece lo scenario cambia. Con l’intervento della magistratura - conclude - speriamo che vengano accertate le responsabilità di chi doveva agire e non l’ha fatto”.

Valentina Piermalese

LA VIDEO INTERVISTA A LUIGI PETRELLA

LA VIDEO INTERVISTA AI CITTADINI SGOMBERATI





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information