Sono partite immediatamente le indagini su un’esplosione avvenuta nella notte lungo l’Appia. Ignoti hanno devastato la sede dell’impresa di Roberto Vitale, imprenditore già nel mirino dei criminali. Resta ancora da chiarire però la dinamica di quanto accaduto nella periferia estrema di Teverola sul quale stanno indagando gli agenti del commissariato di Aversa, guidati dal primo dirigente Vincenzo Gallozzi. L’ipotesi presa in considerazione è quella dell’attentato: un ordigno potrebbe aver causato l’esplosione e la distruzione dell’ingresso. Le fiamme si sono poi propagate all’interno degli uffici distruggendo computer e scrivanie. Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco del distaccamento di Aversa, che sono riusciti ad aver ragione delle fiamme. Ancora in corso di quantificazione l’entità dei danni. Già in passato l’imprenditore era stato oggetto di un attentato: fu appiccato il fuoco alla tomba di famiglia nel cimitero di Teverola.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information