Una battuta di caccia nel Casertano stava per tramutarsi in tragedia. Un 50enne di Parete è finito sotto i ferri dopo essere stato centrato da una fucilata alla gamba. A esplodere il colpo fatale è stato il cugino nel corso di una battuta di caccia. Il gravissimo incidente è avvenuto nella mattinata di ieri nella zona del Monte Maggiore, territorio di Baia e Latina, dove i due si erano recati per l’attività venatoria, loro grande passione.  Dall’arma del cugino sono partiti alcuni colpi: almeno una delle munizioni ha centrato il parente alla gamba. E’ stato proprio il compagno di battuta a dare l’allarme: da lì è partita la corsa disperata all’ospedale di Piedimonte Matese dove il 50enne è stato operato. Le sue condizioni sono ancora monitorate dai medici.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information