Un pulmino con studenti provenienti dalla Toscana che si stavano recando in visita in uno dei beni confiscati a Michele Zagaria a Casapesenna, nel Casertano, è stato preso d'assalto nel centro del paese da un gruppo di giovani che hanno lanciato uova contro il mezzo. Il fatto è avvenuto nei pressi del bene confiscato, che ospita anche una banca. Il conducente, Paolo Zagaria, di 37 anni di San Cipriano d'Aversa, è sceso dal pulmino chiedendo ai ragazzi di smetterla anche perché gli studenti, provenienti da scuole superiori della provincia di Pisa, erano impauriti. L'uomo è stato picchiato finendo in ospedale ad Aversa, dove è stato dimesso con una prognosi di sette giorni. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, ma dei ragazzi, probabilmente provenienti da altri Comuni, con le uova non c'era più traccia. Testimoni hanno raccontato di giovanissimi non del posto che già prima dell'arrivo del pulmino stavano festeggiando il carnevale lanciando uova ai passanti. Per gli investigatori l'episodio sarebbe una bravata del martedì grasso. Tanta paura, invece, per gli studenti toscani.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information