Il Comune di Teano è in predissesto. L’ammontare debitorio di 5 milioni di euro è diventato insostenibile per il comune dell’alto Casertano. Un quadro tanto negativo non si era mai visto prima. Mentre su tasse, imposte e contributi comunali imperversa l'evasione o, nella migliore delle ipotesi, l'elusione fiscale per oltre il cinquanta per cento quando si tratta di bollette dell'acqua o del servizio raccolta rifiuti solidi urbani. La situazione è talmente grave che se anche i cittadini pagassero tutte le bollette arretrate, il comune riuscirebbe solo a onorare il corrente, mentre gli atavici debiti milionari verso i fornitori di beni e servizi continuerebbero a far paura. L’unica ipotesi che potrebbe dare sollievo alle casse comunali è ricorrere a provvedimenti drastici, come la messa in vendita dei “gioielli di famiglia”: terreni e immobili comunali. In tal caso, in pole position ci sarebbe il palazzo abbarbicato sulla verde collina di Sant'Antonio, per il quale si sperava in un utilizzo quale plesso scolastico per le medie Vincenzo Laurenza o per l'Alberghiero.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information