Un fruttivendolo di Quarto è stato arrestato dai carabinieri in una villetta di Mondragone trasformata in fabbrica clandestina di fuochi d’artificio. Durante il blitz notturno in località Pescopagano i carabinieri della tenenza di Quarto hanno scoperto 25 chili di polvere nera oltre a inneschi, scatole e carta da imballaggio. I 25 chili di polvere, hanno stimato i carabinieri del nucleo artificieri del comando provinciale di Napoli, avrebbero potuto radere al suolo un intero quartiere. I militari hanno messo in sicurezza l’area e fatto brillare il materiale esplodente lungo il litorale di Castel Volturno. Il 38enne Vincenzo Lanni, già noto alle forze dell’ordine, è stato tratto in arresto: dovrà rispondere di detenzione e fabbricazione di materie esplodente di tipo deflagrante; dopo le formalità è stato tradotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information