Pasquale Costanzo, 66enne di San Marcellino, nella giornata di ieri ha perso la vita dopo essere stato travolto da un treno che transitava presso la stazione del paese dell'agro aversano. Con ogni probabilità si tratta di un suicidio, ma la morte resta avvolta dal mistero visto che anche le autorità stanno ancora visionando i filmati delle telecamere per non escludere alcuna pista. In ogni caso pare che il 66enne, assicuratore che gestiva un ufficio in corso Italia insieme con la sorella, si sia tolto la vita volontariamente lanciandosi sui binari mentre transitava un intercity diretto a Roma. Secondo i primi racconti i macchinisti non hanno potuto rallentare la corsa del treno, lanciato a forte velocità, quando hanno visto che l'uomo stava per lanciarsi.
Il fatto è accaduto nella mattinata di ieri intorno alle 9, quando la stazione è poco affollata, dopo il grande flusso di pendolari. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli uomini della polfer che hanno dato il via alle indagini di rito sul caso. Oltre ai soccorsi, che hanno solo potuto confermare il decesso dell'uomo. Non è ancora chiaro cosa abbia portato Costanzo a togliersi la vita, dato che almeno apparentemente non aveva alcun problema particolare. Divorziato oramai da molti anni, viveva insieme con la sorella, ma secondo chi alcuni conoscenti la fine del matrimonio era stata superata bene.

 

 





Leggi anche:


asips

Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information