Dovrebbe partire regolarmente l'anno scolastico 2017/2018 per le scuole superiori della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, storica istituzione di Maddaloni (Caserta) da decenni simbolo di legalità e di lotta alla devianza minorile con i suoi istituti e il suo Convitto, dal 2014 in profonda crisi finanziaria e pericolosamente vicina alla fallimento. Il Commissario Straordinario Giuseppe Alineri, generale della Guardia di Finanza, nominato nel 2015 dal Presidente della Regione Vincenzo De Luca, ha assicurato che "il prossimo 14 settembre, gli studenti delle Scuole Superiori dell'Ente maddalonese faranno puntualmente ritorno tra i banchi di scuola". Il 3 agosto scorso infatti la Fondazione ha depositato, presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, domanda di concordato preventivo con riserva, allo scopo di tentare di evitare la immediata dichiarazione di fallimento; entro 60 giorni, prorogabili di altri 60, dovrà poi essere presentata domanda definitiva di concordato, che si dovrà basare su un "piano di rientro" dall'imponente debito, piano del quale un professionista in possesso dei requisiti di legge dovrà attestare la fattibilità. Peraltro un primo piano di rientro dal debito presentato dalla Fondazione è già stato bocciato nei primi giorni dello scorso mese di luglio dalla sezione fallimentare del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere; una pronuncia che aveva provocato le immediate dimissioni di Alineri, non ancora ritirate. Il Generale aveva attaccato la Regione. "Nonostante io abbia presentato le mie dimissioni irrevocabili da ormai due mesi, senza aver ricevuto a tal proposito alcun segnale dalla Regione - precisa il Commissario - ho provveduto comunque a formalizzare istanza di concordato con riserva al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere solo per spirito di servizio, e per continuare a fornire un contributo disinteressato e convinto al tentativo di soluzione dei gravissimi e ben conosciuti problemi della Fondazione. Ho richiesto, al fine di sostenere la fattibilità del piano di rientro, garanzie o quanto meno un interessamento alla Regione, dalla quale, a questo proposito, finora, non è pervenuta alcuna indicazione. Auspico fortemente, nell'interesse del Villaggio, che nel breve periodo possa giungere, a me ovvero a chi sarà designato per la mia sostituzione, qualche determinazione concreta. Tutto ciò dovrà avvenire nell'arco di 120 giorni e quindi 'il tempo stringe', in quanto i termini di legge sono improcrastinabili. Nel frattempo, per evitare penalizzazioni alle famiglie dei nostri allievi e dei nostri convittori, l'anno scolastico 2017/2018 verrà avviato. Voglio ricordare che la Fondazione ospita oltre 40 ragazzi in condizioni di disagio che alloggiano e studiano per tutto il periodo scolastico presso i locali del Villaggio".





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information