Nella mattinata odierna i carabinieri Stazione di Pontelandolfo hanno proceduto a dare esecuzione all’ordinanza del “divieto di dimora” nel Comune di Campolattaro, emessa dal GIP presso il Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica, a conclusione di indagini svolte nei confronti di un cittadino di origini marocchine, di anni 42.
Gli accertamenti investigativi espletati dal personale della Stazione dei carabinieri di Pontelandolfo,  in coordinamento con la Procura della Repubblica, consentivano di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti del soggetto, che risultava aver sottoposto a continui maltrattamenti il proprio nucleo familiare composto da moglie convivente e figli minori, consistenti in aggressioni, minacce, insulti, e controllo ossessivo degli spostamenti; inoltre, al culmine dei litigi, il soggetto aveva altresì cagionato alla moglie convivente lesioni personali colpendola con calci e pugni ed aveva altresì colpito il figlio minore con un martello ed una forbice. Maltrattamenti reiterati nel tempo, già a partire dall’anno 2015, allorchè la donna si era rivolta al servizio sociale del Comune di Campolattaro per denunciare i fatti, salvo poi, una volta avviate le indagini, sminuire le responsabilità del coniuge e ritirare le accuse.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information