È stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Benevento 32enne pregiudicato di Telese Terme per la violazione del Testo Unico Ambientale. Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Telese Terme hanno scoperto il pregiudicato, già noto alle forze dell’ordine, mentre era intento a scaricare dalla propria auto alcuni rifiuti raccolti in un fondo retrostante alla piazzetta Santo Stefano a Telese Terme diventato un vero e proprio punto di raccolta di rifiuti pericolosi in assenza delle prescritte autorizzazioni. Al suo interno veniva di fatto condotta un'attività di gestione non autorizzata di rifiuti con l'obiettivo di recuperare del materiale metallico (ferro, alluminio, rame e acciaio) per poi rivenderlo e trarne profitto. Il personale della Polizia di Stato ha rinvenuto anche rifiuti altamente inquinanti, per complessivi 4 quintali, tra materiale ferroso e in alluminio appartenetti a pezzi arrugginiti di parti meccaniche di veicoli insieme a carcasse di computer non più utilizzabili e resti di personal computer con relative componenti elettroniche. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro giudiziario. A carico dell'uomo sono stati elevati verbali e prescrizioni per il ripristino dello stato dei luoghi mediante bonifica del sito con imprese autorizzate.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information