Attraverso la costituzione di societa' fittizie e un giro di false fatture, 3 imprenditori edili della provincia di Avellino sono riusciti a evadere il fisco per 20 milioni di euro.

La frode e' stata scoperta attraverso una complessa indagine condotta dalla guardia di finanza del comando provinciale di Avellino e coordinata dalla procura della Repubblica di Ariano Irpino. I tre costruttori sono stati sottoposti all'obbligo di firma e nei loro confronti e' stato eseguito un sequestro di beni per circa 5 milioni di euro. I dettagli dell'operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa.





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information