Ancora nessun contatto con l' ''Anema e core'', il mercantile della Rbd armatori di Torre del Greco (Napoli) da ieri in mano a tre sequestratori nelle acque della Nigeria.

A comunicarlo e' la Capitaneria di porto del comune vesuviano, che sta mantenendo contatti con l'unita' di crisi della Farnesina e con il comando generale della Guardia costiera, che piu' da vicino seguono l'evolversi del sequestro della nave con a bordo 23 marittimi, il comandante di origini rumene, 20 filippini e due italiani. Da quanto si e' appreso i due marittimi italiani sono un pugliese e un ligure. Al momento non sarebbe stato ancora possibile stabilire un contatto con i marittimi sequestrati nelle acque nigeriane. Dalla societa' armatoriale arriva solo un laconico commento dell'amministratore, Giuseppe Mauro Rizzo, che sottolinea come si stiano mantenendo ''costanti contatti con Farnesina e comando generale della Guardia costiera per tutelare la sicurezza del personale a bordo''.





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information