Pin It

Un' assemblea stamattina ha visto presenti davanti ai cancelli dello stabilimento Fiat della Irisbus, in valle Ufita, 40 sindaci irpini, consiglieri regionali ed il vice-presidente della Regione Campania Giuseppe De Mita.

I sindaci, 15 dei quali ieri hanno consegnato le fasce tricolori al prefetto di Avellino, Ennio Blasco, hanno deciso che da domani le sedi municipali saranno listate a lutto, per protesta contro l' annunciata dismissione dello stabilimento, che occupa 700 addetti. Una lettera sottoscritta dai 119 sindaci della provincia di Avellino sar… inviata ai 60 deputati e senatori eletti in Campania per sollecitarli ad approvare un ddl bipartisan per il finanziamento del trasporto pubblico locale. Nel corso dell'assemblea, il vicepresidente della Regione, Giuseppe De Mita, ha proposto le dimissioni di sindaci, consiglieri comunali, provinciali e regionali dell'Irpinia per costringere il governo a prendere una posizione netta e precisa sulle scelte della Fiat nel Mezzogiorno ed in Irpinia. De Mita ha anche polemizzato con il ministro per l'Attuazione del Programma Gianfranco Rotondi, per l' assenza di rappresentanti del governo al tavolo interministeriale convocato marted scorso a Roma. A stretto giro, la replica del ministro. "Consiglio ai politici irpini - ha detto Rotondi- di tacere perche' nelle disgrazie si assumono responsabilit… e non si fa ne' propaganda, ne' passerella". Il ministro per l' attuazione del programma non ha nascosto la sua "assoluta preoccupazione" per l' evoluzione di una vicenda "nella quale tutto il governo sta svolgendo il proprio ruolo con il massimo impegno". In una nota il ministro fa anche riferimento alla Fiat. "Ha fatto scelte che non corrispondono agli impegni a suo tempo assunti col governo e le parti sociali". Si e' avuta conferma che il governatore della Campania Stefano Caldoro partecipera' all' incontro fissato il 3 agosto a Roma nella sede del ministero per lo Sviluppo Economico. Giovedi' sara' in Irpinia anche il presidente della Fondazione Mezzogiorno Europa, Umberto Ranieri.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information