Venivano impiegati anche i bambini, figli di due degli indagati, utilizzati per nascondere la droga e per riuscire a eludere i controlli delle forze dell'ordine: e' quanto emerso da un'inchiesta nell'ambito della quale i carabinieri di Brindisi hanno eseguito 14 ordinanze di custodia cautelare per spaccio, 7 delle quali in carcere e 7 ai domiciliari, richieste dal pm Milto Stefano De Nozza ed emesse dal gip Paola Liaci. Il mercato in cui veniva smerciata cocaina, hascisc e marijuana e' quello del Brindisino e delle zone limitrofe.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information