Sono state spente la notte scorsa, dopo circa dieci ore di lavoro e l'intervento di un aereo Canadair e quattro elicotteri, le fiamme - quasi certamente di origine dolosa - che hanno distrutto 40 ettari di vegetazione nella riserva naturalistica di Policoro (Matera) e in un'area di rimboschimento vicina.

Lo si e' appreso a Matera dal Corpo forestale dello Stato, i cui funzionari oggi faranno un sopralluogo nella zona alla ricerca di indizi per le indagini e per assicurarsi che non vi siano ancora focolai attivi. La riserva di Policoro e' molto importante dal punto di vista naturalistico perche' vi si sviluppano essenze di pregio: inoltre, nella zona vive fauna pregiata. L'incendio e' divampato nel primo pomeriggio di ieri: le fiamme, spinte dal vento - che poi in serata e' diminuito di intensita', facilitando l'opera di Vigili del fuoco, agenti del Corpo forestale e volontari - hanno lambito anche la zona degli insediamenti turistici di Policoro da dove, per precauzione, alcuni villeggianti sono stati fatti allontanare. La notte scorsa, intanto, un altro incendio ha distrutto circa dieci ettari di rimboschimento a Rotondella (Matera).

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information