"Che l'assessore Narducci non voglia essere sentito lo stesso giorno di Miller mi sembra una inutile affermazione, come se Miller dicesse la stessa cosa: nessuno è migliore di un altro". A Ravello (Salerno), il ministro della Giustizia, Francesco Nitto Palma, parla delle polemiche

nate dopo che l'Anm ha aperto un procedimento sull'assessore del Comune di Napoli, Giuseppe Narducci, ex magistrato. Ieri Narducci si era detto contrario alla decisione del Collegio dei Probiviri di essere convocato nello stesso giorno del capo degli ispettori del ministero della Giustizia, Arcibaldo Miller, per il fatto che nel suo caso si tratta di un incarico amministrativo, mentre il nome di Miller compare nell'inchiesta sulla P3. "Ho letto questa agenzia dell'assessore Narducci il quale mi tira in ballo come se io avessi sollecitato l'Anm a procedere nei suoi confronti - spiega il guardasigilli a margine di un convegno - nella realtà ho citato Narducci nella mia agenzia perché sapevo che vi era stato questo procedimento disciplinare e dicevo che, a tacere di Narducci, in tutti gli altri casi non si era mai mossa l'Anm, si era mossa per Papa e adesso per Miller". "Devo dire che l'assessore Narducci ha ragione quando rileva che in casi similari al suo l'Anm non ha preso alcuna iniziativa - ha concluso - lì credo che abbia ragione e questo consente delle valutazioni, riflessioni, a chi però è iscritto all'Anm, non a me che tra qualche giorno sarò dimesso dall'ordine giudiziario".





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information