Si è tenuto, presso il Liceo Scientifico “Carlo Miranda” di Frattamaggiore un evento dal titolo “La continuità della memoria tra passato e presente – Holodomor 1932/33”. All’incontro, patrocinato dal comune di Frattamaggiore, hanno preso parte il Sindaco Marco Antonio Del Prete, il Vicesindaco Giuseppina Maisto, l’Assessore alla cultura del comune di Grumo Nevano Rosa Bencivenga, il Console Generale dell’Ucraina a Napoli, Viktor Hamotskyi e il Presidente della Società Filosofica Italiana sez Avellino, Giovanni Sasso. Il dirigente scolastico Nunzia Mallozzi ha introdotto la discussione, il dott. Sasso ha spiegato le difficoltà che il popolo ucraino ha vissuto nel biennio 1932/33 a causa dell’Holodomor, che significa letteralmente "infliggere la morte attraverso la fame". In quel periodo milioni di ucraini sono morti di fame a causa dei provvedimenti della Russia di Stalin. “È necessario tenere viva la memoria di queste tragedie – ha commentato il Sindaco Marco Antonio Del Prete – per fare in modo che non accadano più in futuro. Solo attraverso la sensibilizzazione delle giovani generazioni possiamo costruire un mondo migliore, dove si pensi a costruire la pace piuttosto che a farsi la guerra”





Leggi anche:


Cerca in google

 

 

stoccata.jpg

 

leisure_300x250.gif

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information