MARCIANISE - Il sindaco Antonio Tartaglione denuncia alle Forze dell’Ordine i contenuti del manifesto a firma “del gruppo Udc e degli Indipendenti (ex Pdl)”.

In considerazione delle affermazioni inserite nel manifesto, con specifico riferimento alla presunta partecipazione al consiglio comunale del 24 ottobre volutamente ignorata dal sindaco di “presenze strane ed inconsuete” che imponevano “un clima di terrore” e “repentinamente dileguatesi all’arrivo della Forza Pubblica”, il primo cittadino, dopo averle dichiarate “lesive della dignità e dell’onorabilità della persona”, ha chiesto ai carabinieri di “fare luce sull’episodio citato al fine di garantire la piena libertà di azione ai consiglieri comunali ed al sindaco nell’espletamento della propria funzione”. In proposito, il consigliere Filippo Topo osserva : “I consiglieri indipendenti e una parte dell’Udc, firmatari del manifesto, da qualche giorno mantengono un’attenzione su quanto accade molto più alta di quella che avevano mostrato prima, nonostante facessero parte della maggioranza. Pertanto se quanto da essi rilevato durante il Consiglio comunale con una sorprendente perizia dovesse corrispondere al vero, sebbene a mio giudizio la platea fosse la stessa delle grandi occasioni, è bene che le Forze dell’Ordine intervengano. Certo, proprio la gravità di quello che affermano avrebbe dovuto indurli a sporgere denuncia alle Autorità competenti, ma è evidente che il loro amore per la città li spinge solo a redigere un manifesto fatto affiggere sui muri urbani, e condito di inappropriate fandonie che ricordano molto quella volpe che, non potendo arrivare all’uva, la definì acerba”.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information