Dopo la breve pausa di queste ultime ore da domani pomeriggio arriva una nuova perturbazione atlantica che porterà pioggia e un nuovo calo delle temperature, soprattutto nel Centronord, fino a metà della settimana. Poi torna il bel tempo e il caldo, ma niente più 'temperature africane' almeno fino a fine mese. Queste, in linea di massima le previsioni dei meteorologi per i prossimi giorni. "Da martedì sera è attesa una nuova perturbazione dall'Atlantico con piogge e temporali e temperature anche sotto le medie del periodo", spiega il meteorologo di 3BMeteo, Edoardo Ferrara, secondo cui la perturbazione seguirà un percorso analogo a quello della 'burrasca' di Ferragosto': a partire da domani sera ci sarà una "intensificazione dei rovesci e dei temporali al Nord con fenomeni anche di forte intensità e rischio di locali grandinate. Nella notte i temporali arriveranno anche sul medio versante tirrenico della Toscana e dell'alta Campania, passando per la Sardegna". Mercoledì la perturbazione atlantica attraverserà l'Italia, determinando condizioni di generale instabilità atmosferica soprattutto al Centronord (nel Nordest le massime non dovrebbero superare i 22 gradi). Secondo il Centro Epson Meteo, "al Centro è previsto tempo molto instabile fin dal mattino con rovesci e qualche temporale più probabile su bassa Toscana, Umbria, Lazio, Marche, Abruzzo e nel pomeriggio anche in Molise. In serata i fenomeni tenderanno ad esaurirsi. Al Sud e sulla Sicilia la previsione rimane invece ancora molto incerta, con nuvolosità alternata ad ampie zone di sereno; nel pomeriggio non si escludono locali precipitazioni tra Campania, Basilicata e Puglia centro-settentrionale". La seconda parte della settimana dovrebbe invece essere caratterizzata da un generale miglioramento del tempo grazie a una nuova espansione dell'alta pressione che dovrebbe garantire condizioni stabili e di bel tempo anche durante il prossimo week end, con un rialzo generale delle temperature che secondo i meteorologi si manterranno comunque intorno alla media stagionale, con un caldo estivo sopportabile. "L'estate non è più in forma smagliante - spiega il meteorologo di 3BMeteo Ferrara - la probabilità di nuove fiammate africane è molto bassa, almeno fino a fine agosto. Le temperature dovrebbero mantenersi in media al Nord e a tratti lievemente superiori al Centrosud, dove il caldo potrà farsi a tratti un po' più intenso ma nulla di paragonabile alle ondate di calore di luglio", conclude Ferrara.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information