I primi a tornare in classe saranno, come di consueto, gli studenti dell'Alto Adige per i quali la prima campanella del nuovo anno scolastico (2015/­16) suonerà il 7 settembre. Due giorni dopo, il 9 settembre, si rimetteranno lo zaino in spalla i ragazzi del Molise e il 10 è previsto il rientro degli alunni trentini.

Nella maggior parte delle Regioni le lezioni riprenderanno tra il 14 (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Umbria e Valle d'Aosta) e il 15 settembre (Emilia Romagna, Lazio e Toscana). Ultimi a tornare tra i banchi, il 16 settembre, pugliesi e veneti. Alcune Regioni, come ad esempio la Toscana e il Lazio, l'anno scorso hanno deciso di rendere pluriennale il calendario. In sostanza, le date di inizio e fine lezioni saranno sempre le stesse, con slittamento o anticipo al primo giorno lavorativo successivo o precedente se la data scelta e' un sabato o un festivo. Un'iniziativa presa per consentire di programmare e pianificare per tempo sia l'organizzazione delle scuole sia quella delle famiglie. Rispetto ai calendari deliberati dalle giunte regionali, tuttavia, le singole scuole, in virtù dell'autonomia scolastica, potranno scostarsi dalle date indicate per esigenze legate alla propria organizzazione.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information